Fondazione Cavalieri di Colombo

125°

 

125 "pietre miliari"

Padre McGivney

Sapevate che i Cavalieri di Colombo, dopo solo 13 anni dalla loro fondazione, nel 1895 hanno avuto un riconoscimento dal Vaticano?

Sapevate inoltre che dopo la 1° guerra mondiale più di 20.000 reduci sono stati inseriti nei programmi di vocazione sponsorizzati dai Cavalieri?

Oppure sapevate che durante i primi anni del XX secolo l'Ordine realizzò e distribuì più di 5.000.000 di pubblicazioni riguardanti la persecuzione della Chiesa in Messico?

Sapevate ancora che tra gli anni ‘60 e ‘70 i Cavalieri erano impegnati in progetti contro la discriminazione razziale?

I membri che hanno prestato a lungo servizio nell'Ordine e coloro che sono informati riguardo la storia degli Stati Uniti, della Chiesa o del mondo, potrebbero già essere a conoscenza di questi fatti.

In occasione della commemorazione del 125° anno dalla fondazione, vi presentiamo 125 tappe importanti, dal 1882 al 2007.

Sia che si parli di donazioni, sia che si parli dell'impegno dei Cavalieri in un progetto particolare o di un iniziativa che apra la strada a nuovi orizzonti, si dipinge tutte le volte il quadro di un ordine di uomini laici cattolici che sono sempre pronti per servire la Chiesa e il proprio paese.

 

 

125 "pietre miliari"

Padre McGivney

1 - Il 6 febbraio 1882 i primi membri dell’Ordine scelsero Colombo come patrono e diedero vita ai Cavalieri di Colombo.

2 - Inizialmente i principi fondatori dell’Ordine furono “Carità” e “Unità” ai quali si aggiunsero “Fraternità” (1885) e “Patriottismo” (1900).

3 - Padre Michael J. McGivney risulta essere, in un registro risalente alla fondazione, come primo fra i membri assicurati dell’Ordine.

4 - Il 29 marzo 1882 fu costituito legalmente l’Ordine e Padre McGivney inviò il suo primo appello a tutti i preti della sua stessa diocesi per il reclutamento di nuovi membri.

5 - Il 12 agosto 1885 a New Haven si svolse una parata celebrativa alla quale presero parte 12 mila Cavalieri e sostenitori.

6 - Mullen, Cavaliere Supremo dal 1882 al 1886, presiedette personalmente all’istituzione di ventidue dei primi trentotto councils.

7 - Il primo quartiere generale dell’Ordine ebbe sede a New Haven, in un monolocale di un palazzo di tre piani, situato accanto al municipio della città.

8 - Nel 1889 il Supreme Council deliberò di versare a Padre McGivney la somma di $ 1,000 come riconoscimento per i servizi resi nel fondare e promuovere l’Ordine dei Cavalieri di Colombo.

9 - Nel 1886 John J. Phelan venne eletto come Cavaliere Supremo, carica che ricoprì fino al 1897. Fu il primo leader ad intuire che il destino dell’Ordine sarebbe stato quello di diventare una società nazionale.

10 - Il 14 agosto 1890 muore Padre McGivney. L’elogio funebre venne celebrato dopo pochi giorni (18 agosto) nel Thomaston, Connecticut.

11 - Nel 1892 l’Ordine emanò delle leggi che estendevano la possibilità di partecipazione anche a membri non-assicurati.

12 - Nel novembre 1893 ebbe inizio la pubblicazione del periodico The Columbiad, che è stato il precursore del mensile Columbia. Il suo direttorefu Thomas A. Cummings che ricoprì anche il ruolo di primo direttore nazionale del cerimoniale dell’Ordine.

13 - Alla fine del XIX secolo si costituì all’interno dell’Ordine la figura delle Ladies Auxiliaries (ausiliarie femminili).

14 - Nel 1892 a New Haven, in occasione della parata per il Columbus Day alla quale presero parte circa 40.000 persone, sfilarono 6.000 Cavalieri.

15 - Nel 1895 l’Ordine ricevette per mano dell’Arcivescovo Francesco Satolli, nunzio presso gli Stati Uniti, una Benedizione Apostolica dal Vaticano. Tale Benedizione rappresentò il riconoscimento dei “meriti di questa splendida organizzazione cattolica”.

16 - Il 6 febbraio 1882 i primi membri dell’Ordine scelsero Colombo come patrono e diedero vita ai Cavalieri di Colombo.

17 - Nel 1892 James E. Hayes, (terzo Cavaliere Supremo - 1897-98), entro a far parte dell’ Ordine del Massachusetts e, durante il suo mandato come District Deputy e come State Deputy, presiedette la creazione di 75 councils.

18 - Come, durante il suo mandato, sottoscrisse dei “buoni” per sostenere la guerra Ispano-Americana; a seguito di sue direttive, i soldati e i marinai non vennero esclusi dall’essere membri assicurati.

19 - Il 25 novembre 1897 venne istituito il primo council in Canada (Montreal Council 284). Entro il 1905, l’Ordine fu costituito in ogni stato degli Stati Uniti, in cinque province del Canada, nel Messico, nelle Filippine e poco dopo anche a Porto Rico ed a Cuba.

20 - Nel 1898 il futuro Cavaliere Supremo (1899) Edward L. Hearn, con un articolo pubblicato dal “The Colombiad”, sostenne che un Cavaliere sarebbe dovuto vivere seguendo le virtù di “fedeltà, carità, cortesia, modestia, abnegazione in nome di un attento rispetto per i sentimenti altrui”.

21 - L’amministrazione di Hearn revisionò il programma assicurativo dell’Ordine, inserendo le tabelle di mortalità e altri rami assicurativi.

22 - Il 22 febbraio 1900 a New York City per la prima volta il “Fourth Degree” (quarto grado) venne assegnato a 1.100 Cavalieri. Nel maggio successivo, a Boston, altri 750 Cavalieri lo ricevettero.

Catholic University of America

23 - Il 13 aprile 1904 fu consegnato da rappresentanti dell’Ordine un assegno di $ 55,633.79 alla Catholic University of America (CUA) di Washington D.C, per l’istituzione di una cattedra di storia americana. Alla cerimonia di consegna presero parte oltre 10.000 Cavalieri con le rispettive famiglie. Tra il 1909 e il1913, i Cavalieri raccolsero $50, 000 per sovvenzionare la CUA.

24 - Nel 1909 a Filadelfia, in occasione della Convention annuale, 5.000 Cavalieri si radunarono presso la stazione ferroviaria per accogliere l’arrivo di James A. Flaherty, che venne poi eletto Cavaliere Supremo durante lo svolgimento della Convetion stessa.

25 - Nel 1912 grazie al sostegno dei Cavalieri, viene istituito a Washington D.C il Columbus Memorial Foundation. 20.000 Cavalieri parteciparono alle cerimonie.

 

 

125 "pietre miliari"

Padre McGivney

51 - Nel 1936, il Cardinale Eugenio Pacelli, Segretario di Stato del Vaticano, visitò il quartiere generale dei Cavalieri di Colombo a New Haven; nel 1939, il Cardinale Pacelli divenne Papa Pio XII.

Cardinale Eugenio Pacelli

52 - I Cavalieri di Colombo, in risposta alla petizione di Papa Pio XII sulle preghiere per la pace, finanziarono un programma internazionale, prayers-for-peace, nella Giornata dell’ Armistizio del 1939 e, il 19 maggio 1940, sponsorizzarono una trasmissione radiofonica sull’argomento.

53 - Il 13 settembre 1939, in meno di due settimane dopo la dichiarazione di guerra, i Cavalieri Canadesi istituirono un programma di welfare per i soldati paragonabili ai “huts” dei Cavalieri di Colombo che operavano durante la Prima Guerra Mondiale.

54 - Fra il dicembre 1939 e l’ aprile 1940 i Cavalieri Canadesi raccolsero quasi $250,000 per sostenere le truppe. Nel 1941, quando gli Stati Uniti entrano in guerra, il programma di assistenza dell’Ordine per i soldati fu condotto attraverso l’organizzazione National Catholic Community Service (servizio comunitario cattolico nazionale). Il NCCS impostò molti dei suoi programmi seguendo quelli, ben riusciti durante la Prima Guerra Mondiale, dell’Ordine.

55 - John E. Swift fu eletto Cavaliere Supremo nel 1945. Una delle sue prime iniziative fu l’autorizzazione al finanziamento per la pubblicazione di inserzioni a piena pagina sui 12 principali giornali statunitensi e 5 di quelli canadesi evidenziando i pericoli del comunismo. L’inserzione offriva gratuitamente una copia dell’opuscolo di Fulton J. Sheen, “Communism, the Opium of the People” (Comunismo, l’oppio del popolo).

la Prima Guerra Mondiale

56 - L’Ordine istituì un fondo fiduciario di un milione di dollari per l’educazione dei figli dei membri caduti durante la Seconda Guerra Mondiale. Questo fondo si è evoluto nell’attuale fondo per le borse di studio che può essere usato nei collegi e nelle università cattoliche negli Stati Uniti e in Canada.

57 - Nel dicembre del 1946, l’Ordine lanciò il Crusade for the Preservation and Promotion of American Ideals (La Crociata per la Preservazione e Promozione degli ideali Americani). Furono pubblicati e distribuiti opuscoli educativi sul comunismo e sui pericoli del laicismo; i councils organizzarono dei gruppi di discussioni sugli opuscoli. Entro l’agosto 1948, furono istituiti più di 1300 gruppi di discussione presieduti dai Cavalieri di Colombo. Nell’attività dei Cavalieri, gli studenti universitari e i seminaristi furono iscritti come “apostoli laici”.

58 - Nel 1947 centinaia di stazioni radiofoniche trasmisero programmi sponsorizzati dai Cavalieri di Colombo con il titolo “Safeguards of America” (La salvaguardia dell’America) e “Foundations of Our American Ideals” (Fondazione dei nostri ideali Americani). Nel 1948 una serie intitolata “The Future of America” (Il Futuro dell’America).

59 - Luke E. Hart divenne Cavaliere Supremo nel 1953; fu il primo Cavaliere Supremo che traslocò a New Haven per assumere i suoi doveri, evidenziando lo sviluppo dei Cavalieri a società.

60 - Il 17 dicembre del 1953 i Cavalieri acquistarono per 2,5 milioni di dollari il terreno dove sorse il Yankee Stadium. Quando la notizia divenne pubblica, i Councils e membri spedirono telegrammi di congratulazioni a New Haven.

Yankee Stadium

61 - Nel 1940 un programma pubblicitario cattolico, lanciato dai Cavalieri del Missouri, fu adottato a livello nazionale dall’Ordine durante l’amministrazione di Hart. Le inserzioni incoraggiavano i lettori ad imparare di più sull’insegnamento cattolico rivolgendosi al Religious Information Bureau (bureau di informazione religioso), rinominato in seguito il Catholic Information Service (servizio di informazione cattolico).

62 - Nel aprile del 1951 l’Ordine votò di finanziare la riproduzione in microfilm dei documenti insostituibili dalla Biblioteca Vaticana, alcuni databili al periodo precristiano. La biblioteca dell’Università di Saint Louis fu scelta come deposito per tali microfilm. Per l’inaugurazione della Knights of Columbus Vatican Film Library (biblioteca dei film del Vaticano dei Cavalieri di Colombo) nel 1956 all’ Università di Saint Louis, 9,5 milioni di pagine di manoscritto sono stati microfilmati e resi disponibili per gli studiosi.

63 - Dal 1951 al 1954 l’Ordine si battè per inserire le parole “under God” nella U.S. Pledge of Allegiance (giuramento alla bandiera). Il 14 giugno 1954, Flag Day (la Giornata della Bandiera), fu decretato legge dal Presidente Dwight D. Eisenhower.

64 - Il 10 maggio 1959 Papa Giovanni XXIII si recò in visita presso uno dei centri ricreativi dei Cavalieri di Colombo a Roma. Fu il primo Pontefice a visitarne uno.

65 - Il 20 novembre 1959 il National Shrine of the Immaculate Conception (Santuario Nazionale dell’Immacolata Concezione) a Washington, D.C. venne consacrato con la partecipazione di più di 1.000 Cavalieri che formavano la guardia d’onore. Per la costruzione del campanile di 110 metri (329-foot) i Cavalieri contribuirono con $1 milione, attraversouna tassazione pro-capite per cinque anni.

66 - Nel 1963 l’Ordine finanziò, nella National Shrine, l’installazione del carillon con 56 campanelle.

67 - Nel 11 ottobre 1961 il Cavaliere Supremo Hart fece visita al Presidente John F. Kennedy, che era un membro dei cavalieri di quarto grado, alla Casa Bianca. Venne riportato che il presidente salutò Hart dicendo; “Salve, Capo”.

68 - Nella primavera del 1963, Hart fu presente ad una riunione straordinaria con i maggiori leader religiosi alla Casa Bianca per discutere sui diritti civili.

69 - Nel 1964 entrò in carica il Cavaliere Supreme John W. McDevitt. La sua priorità fu di emendare la politiche sulle ammissioni dei Cavalieri di Colombo al fine di contrastare le accuse di discriminazione razziale.

70 - Nell’aprile 1965 l’Ordine, insieme con la diocesi di Hartford, co-sponsorizzò una Conference on Human Rights (conferenza sui diritti umani) all’Università di Yale a New Haven. Più di 2.000 persone presenziarono alla conferenza sulla giustizia interrazziale.

71 - Nel 1965 e nel 1966, durante le riunioni dei Supreme Council, McDevitt affrontò il tema su come i Cavalieri avrebbero risposto ai dettami del Concilio Vaticano II e al suo appello per il rinnovo e la riforma della Chiesa e delle sue organizzazioni. Egli sostenne che i Cavalieri sarebbero stati “caratterizzati dal rispetto, dalla riverenza e dalla rilevanza” e da un “dinamismo che è volenteroso ad adattarsi, ad esplorare e ad agire.”

72 - Nel 1967, l’Ordine collaborò con il John LaFarge Institute a New York City in programmi per promuovere giustizia sociale e assistenza ecumenica. Il Gesuita Padre, John LaFarge, fu un leader del movimento interrazziale cattolico.

73 - I Cavalieri finanziarono il CARA, il Center for Applied Research in the Apostolate (il centro per la ricerca applicata nell’ apostolato), il quale, dalla sua fondazione nel 1964, ha condotto studi socio-scientifici sulla Chiesa.

74 - Il 30 giugno 1966 Il Cavaliere Supremo McDevitt visitò il CTV in occasione della benedizione della nuova trasmittente radiofonica ad onda corta donata dai Cavalieri. Papa Paolo VI benedisse la trasmittente.

75 - L’attuale sede centrale del Supreme Council fu completato nel 1969. Le sue quattro torri di 110 metri (320-foot) simbolizzano i quattro ideali dei Cavalieri, la Carità, l’Unità, la Fraternità e il Patriottismo.

 

 

125 "pietre miliari"

Padre McGivney

26 - Un reporter della Washington Star in un articolo sottolineò il grande numero di Cavalieri presenti al Columbus Memorial Foundation, “confermando ancora una volta come l’Ordine dei Cavalieri di Colombo abbia conquistato un ruolo importante nel tessuto sociale degli Stati Uniti.”

27 - Nel 1914, a seguito della distribuzione di decine di migliaia di copie di un “falso giuramento” mirato a diffamare i Cavalieri di Colombo, l’Ordine redisse i fondamenti per una serie di conferenze e di programmi educativi per combattere l’ostilità anticattolica.

28 - Tra l’agosto del 1914, data in cui fu istituita la Commissione sul Pregiudizio Religioso dell’Ordine, e il gennaio del 1917, data in cui venne sciolta, il numero di pubblicazioni anti-cattoliche diminuì da 60 a meno di cinque.

29 - Nel 1916, la Guardia Nazionale fu inviata al confine tra Stati Uniti e Messico per impedire gli assalti del generale messicano Francesco “Pancho” Villa che voleva attaccare le cittadine del New Mexico, dell’Arizona e del Texas. I councils dei Cavalieri di Colombo di quegli stati si attivarono spontaneamente per fronteggiare i bisogni religiosi e sociali delle truppe che prestavano servizio per la Guardia Nazionale.

30 - Nel 1917, quando gli Stati Uniti entrarono nella Prima Guerra Mondiale, il Cavaliere Supremo Flaherty scrisse al Presidente Woodrow Wilson dicendo che l’Ordine si offriva di creare dei centri per fornire “conforto ricreazionale e spirituale.” per tutti i soldati delle truppe, indifferentemente dal loro credo religioso.

31 - Entro l’estate del 1917 fu completamente operativa la War Activities Committee (la commissione per le attività di guerra). L’Ordine aprì i centri di servizio, o “huts”, nei campi di addestramento e dietro le linee di battaglia. I Cavalieri e le campagne indipendenti raccolsero fondi per un totale di circa 30 milioni di dollari per poterli finanziare.

32 - Alla fine della Prima Guerra Mondiale, l’Ordine avviò dei programmi di educazione e di vocazione per i veterani. Nel 1920, tra Stati Uniti e Canada, risultavano iscritti ai corsi serali più di 50.000 studenti.

33 - I veterani furono aiutati anche grazie alla creazione di una scuola a distanza (per corrispondenza), che arrivò a contare più di 25.000 iscritti. L’Ordine assegnò ai veterani più di 400 borse di studio.

34 - Tra il 1917 e il 1923, grazie alle attività svolte dall’Ordine durante la guerra, quasi 400.000 uomini divennero Cavalieri.

35 - Nell’agosto del 1920, 235 Cavalieri partirono da New York City per raggiungere la Francia. A Parigi, come ringraziamento per l’attività svolta durante la Grande Guerra, vennero accolti dalle autorità Ecclesiastiche eCivili. In occasione del viaggio in Francia fu inaugurata, a Metz, una grande statua equestre del patriota francese Lafayette, sponsorizzata dai Cavalieri. La statua voleva rappresentare la difesa di Lafayette a favore della libertà americana durante la rivoluzione e voleva essere un omaggio ai “gloriosi caduti franco-americani”.

36 - La delegazione dei Cavalieri di Colombo proseguì il suo viaggio alla volta di Roma, dove il 28 agosto venne ricevuta in udienza privata da Papa Benedetto XV. Il Cavaliere Supremo Flaherty spiegò al Papa che gli ideali dei Cavalieri erano “dediti al benessere della Chiesa”. Flaherty evidenziò anche che i Cavalieri “rivendicavano la loro parentela con la chiesa” e giuravano fedeltà alla causa della Chiesa donando “amore, sostegno e tutte le energie dei nostri uomini cattolici”.

Oratorio di San Pietro

37 - Tra il 1924 e il 1927 su richiesta di Papa Benedetto XV, i Cavalieri aprirono a Roma l’Oratorio di San Pietro, il primo dei cinque centri ricreativi fondati per la gioventù Romana.

38 - Nel 1924, la Historical Commission (Commissione Storica) dei Cavalieri di Colombo, con l’intento di riprendere la campagna antidiffamatoria, pubblicò le Knights of Columbus Racial Contributions Series (una serie di contributi sul razzismo). Tra questi, c’erano tre monografie mirate ad elogiare il contributo positivo che neri, ebrei e tedeschi avevano avuto nella società americana.

39 - Le attività giovanili dei Cavalieri di Roma raccolsero molto interesse tanto che si volle realizzare lo stesso progetto in altri luoghi. Su questa base venne fondato il programma dei Columbian Squires. Barnabas McDonald, un fratello cristiano che era conosciuto per il suo lavoro con delinquenti e orfani, collaborò con i Cavalieri per la realizzazione degli Squires.

40 - Nel 1924, l’Università di Notre Dame iniziò un programma accademico superiore biennale di Boy Guidance (assistenza giovanile) per addestrare non solo i Cavalieri ma anche altre persone, a lavorare con la gioventù maschile. Il famoso giocatore di football americano, Knute Rockne, fu uno degli istruttori.

41 - Nel agosto del 1925, l’istituzione del primo gruppo di Columbian Squires avvenne durante la Supreme Convention nel Duluth, Minnesota.

42 - Nel 1923, in risposta alle leggi restrittive dello Stato dell’Oregon che impedivano ai ragazzi sotto i 16 anni di frequentare scuole private, i Cavalieri si impegnarono a farle modificare. Nel 1925 la Corte Suprema dichiarò incostituzionali.

43 - Nel settembre del 1926, il Supreme Knight Flaherty, il Deputy Supreme Knight Martin H. Carmody e altri ufficiali si incontrarono con il Presidente Calvin Coolidge per parlare della persecuzione della Chiesa cattolica nel Messico.

44 - L’Ordine lanciò una campagna educativa per 1 milione di dollari al fine di influenzare l’opinione pubblica americana, contrapponendosi fortemente agli attacchi governativi messicani che erano rivolti contro la Chiesa.

45 - Più di 5 milioni di copie di varie pubblicazioni, che includevano testimonianze oculari riguardanti la persecuzione della Chiesa nel Messico, vennero pubblicate e distribuite dall’Ordine.

46 - Tra il 1934 e il 1935, l’Ordine redisse una risoluzione per il Senato statunitense chiedendo un’investigazione sulle persecuzioni; tale risoluzione fu respinta.

47 - L’8 luglio del 1935 il Cavaliere Supremo Carmody e altri ufficiali dei Cavalieri di Colombo incontrano il Presidente Franklin D. Roosevelt per discutere sulla situazione nel Messico. La tensione tra il governo messicano e la Chiesa si attenuò prima della metà del 1937.

48 - Dal 24 al 30 giugno del 1932 venne celebrato il 50° anniversario dei Cavalieri di Colombo con la Commemoration Week (settimana di commemorazione). Fra i momenti più significativi vi fu l’inaugurazione a Washington D. C. di una statua del Cardinale James Gibbon, uno dei primi sostenitori dei Cavalieri, che aveva inoltre ordinato Padre McGivney.

49 - Durante la Commemoration Week, più di 400 councils inscenarono una rappresentazione teatrale di un atto della fondazione dell’Ordine dei Cavalieri di Colombo.

50 - Nel gennaio del 1936, venne lanciato il “Five-Point Program of Progress” (il programma del progresso in cinque punti). Lo scopo del programma era di fornire i councils di un quadro per le loro attività suddiviso in cinque categorie: Catholic Activity (Attività Cattoliche), Council Activity (Attività del Council), Fraternal Protection (Protezione Fraterna), Publicity (Pubblicità) e Maintenance of Manpower (Mantenimento delle Forze Umane).

 

 

125 "pietre miliari"

Padre McGivney

76 - Nel 1969, l’Ordine contribuì con $75,000 alla U.S. Catholic Conference’s Task Force on Urban Problems (la task force della Conferenza Cattolica degli Stati Uniti per i problemi urbani) per aiutare ad affrontare la povertà e la discriminazione. Inoltre, l’Ordine pubblicò un libretto sulla “Humanae Vitae”, l’enciclica del 1968 di Papa Paolo VI, affermando gli insegnamenti della Chiesa sul matrimonio e sulla procreazione.

77 - Nel 1971, l’Ordine celebrò il raggiungimento di $ 2 miliardi di assicurazioni in forza; oggi, questa cifra raggiunge più di $ 61 miliardi.

78 - Nel 1975, l’Ordine accettò di finanziare trasmissioni di “uplink” per le principali trasmissioni televisive satellitari mondiali dal Vaticano. Il programma continua a trasmettere fino ad oggi raggiungendo un pubblico stimato di miliardi di persone per la messa della Vigilia di Natale dalla Basilica di San Pietro.

79 - Il Cavaliere Supremo Virgil C. Dechant iniziò la sua amministrazione nel 1977 con una visita alla National Shrine of the Immaculate Conception, dove pose il suo mandato sotto protezione della Vergine Madre.

80 - Il Consiglio di Amministrazione dell’Ordine tenne una riunione al Vaticano nell’aprile del 1978. Il Papa Paola VI incontrò i Cavalieri.

81 - Dal 1978 ogni nuovo Cavaliere di First Degree (Primo Grado) ricevette un rosario benedetto dal Cappellano Supremo, una tradizione che continua ancora oggi.

Cappellano Supremo

82 - Papa Giovanni Paolo I ricevette il Cavaliere Supremo, Sig. Dechant, e altri rappresentanti dei Cavalieri nella sua prima udienza privata dopo l’elezione.

83 - Nel 1979, l’Ordine organizzò il suo primo programma di Marian Hour of Prayer (l’Ora di Preghiera Mariana). Le immagini di Nostra Signora di Guadalupe furono diffuse fra i councils dell’Ordine.

84 - Nel 1979, in collaborazione con i vescovi statunitensi, l’Ordine sponsorizzò le riprese del primo viaggio pastorale di Papa Giovanni Paolo II negli Stati Uniti.

85 - Il 7 ottobre 1979 Papa Giovanni Paolo II ricevette gli ufficiali e i rappresentanti dell’Ordine nell’ufficio della delegazione apostolica statunitense a Washington D.C.

86 - I Cavalieri istituirono un fondo di $ 1 miliardo, il “Father Michael J. McGivney Fund for New Initiatives in Catholic Education” (il fondo del Padre Michael J. McGivney per le nuove iniziative nell’educazione cattolica), che verrà gestito dalla National Catholic Educational Association (l’Associazione Educativa Cattolica Nazionale). I proventi annuali oggi sono usati per finanziare dei programmi che promuovono scuole cattoliche.

87 - Nel 1981 l’Ordine istituì il Vicarius Christi Fund, i cui interessi annuali sono ancora usati per le opere benefiche del papa. Il primo assegno di $1,2 miliardi venne consegnato al Cardinale Agostino Casaroli, Segretario di Stato del Vaticano, durante la convention del centenario del 1982, alla quale intervenne anche il Presidente Ronald Reagan.

Cardinale Agostino Casaroli

88 - Dal 1981 al 1984 l’Ordine ristrutturò la St. Mary’s Church a New Haven, luogo di nascita dell’Ordine. I restauri furono completati con la sistemazione della guglia di 60 metri (179-foot), in cima alla chiesa.

89 - L’ 8 dicembre 1981 le reliquie di Padre Michael J. McGivney vennero riesumate dalla tomba familiare dei McGivney al Waterbury, Connecticut. Nella Founder’s Day (Giornata del Fondatore), il 19 marzo 1982, il corpo di Padre McGivney venne seppellito nella la Chiesa di St. Mary.

90 - Nel 1982 l’Ordine istituì vari fondi per aiutare il finanziamento degli studi di preti e di seminaristi a Roma presso i pontifici collegi; questi fondi sono stati incrementati negli anni per sostenere gli studenti provenienti dagli Stati Uniti, dal Canada, dal Messico e dalle Filippine.

91 - Nel 1981, su richiesta di Papa Giovanni Paolo II, l’Ordine pubblicò gli atti della riunione Vaticana sul “The Common Christian Roots of the European Nations” (Le radici cristiane in comune delle nazioni europee).

92 - Nel 1984, come riconoscimento dei servizi di volontariato, il Presidente Ronald Reagan conferì, in una cerimonia alla Casa Bianca, ai Cavalieri il President’s Volunteer Action Award (il premio presidenziale per l’azione nel volontariato).

93 - Nel 1985 l’Ordine donò una unità televisiva mobile al Centro Televisivo Vaticano. Venne usata nello stesso anno durante la visita storica del leader Sovietico Mikhail Gorbachev al Papa Giovanni Paolo II.

94 - Nel 1985 l’Ordine sponsorizzò il restauro della facciata di 21,700 metri (65.000-foot) della Basilica di San Pietro; fu la prima volta ad essere pulita in 350 anni. Successivamente sono stati realizzati vari progetti all’interno della Basilica di San Pietro, includendo anche la realizzazione e il restauro di alcune cappelle all’interno delle grotte della Basilica.

Basilica di San Pietro

95 - Nel 1988, Madre Teresa di Calcutta visitò l’ufficio del Supreme Council. L’Ordine accettò di stampare copie della sua Constitutions dei Missionari della Carità, biglietti di preghiere (prayer cards) e altri oggetti religiosi; un progetto che continua tutt’ora.

96 - Nel 1988 il Pontificio Istituto Giovanni Paolo II per gli Studi sul Matrimonio e sulla Famiglia, aprì una sede a Washington D.C., nel Nord America con la sponsorizzazione dei Cavalieri. Carl A. Anderson fu il primo vice presidente e rettore dell’istituto.

97 - Nel 1989 venne istituito il Bicentennial of the U.S. Hierarchy Fund (il bicentenario del fondo gerarchico degli Stati Uniti); sino ad oggi i proventi annuali sono usati a beneficio della CUA.

98 - All’inizio del 1990 i Cavalieri di Colombo finanziarono un workshop (seminario) biennale sulle questioni medico-morali per i vescovi provenienti dalle Americhe.

99 - Nel 1992 i Cavalieri celebrarono il quinto centenario della evangelizzazione delle Americhe. Copie della Cross of the New World (della Croce del Nuovo Mondo), donate a Papa Giovanni Paolo II nel 1984 durante la sua visita pastorale a Santo Domingo, furono distribuite dai Cavalieri e vennero usate nelle diocesi di tutto l’Ordine nelle funzioni di preghiera enfatizzando il tema dell’evangelizzazione.

100 - Nel 1992 Madre Teresa ricevette il Premio Gaudium et Spes (Award), istituito per la prima volta dall’Ordine, durante la 110° Supreme Convention tenutasi a New York. Il premio di “Gioia e Speranza” riconobbe i suoi contributi per la Chiesa e il mondo.