90 Anni Kofc
Fondazione Cavalieri di Colombo
Musei Capitolini
Musei Capitolini

Il VENERABILE SERVO DI DIO PADRE MCGIVNEY fondò i Cavalieri di Colombo contro il profondo sentimento anti-cattolico e anti-immigrazione che vigeva negli Stati Uniti. Il giovane sacerdote, al servizio di una parrocchia di New Haven nel Connecticut, costituita in gran parte da immigrati, si rese presto conto della necessità di un'organizzazione concepita come aiuto per le famiglie cattoliche che provvedesse al mantenimento delle vedove e degli orfani in un'epoca in cui non esistevano ammortizzatori sociali e, durante la quale, spesso i capifamiglia morivano giovani.
Inoltre, padre McGivney offrì ai cattolici, la possibilità di praticare la carità nelle loro Comunità, rafforzando della loro fede comune affinché si sostenessero l'unaltro.
L'organizzazione scelse il nome di Colombo in quanto era un cattolico rispettato ed un eroe della storia Americana. Essendo un'icona nazionale, la figura di Colombo rese comprensibile che si poteva essere cattolici ed Americani patriottici al tempo stesso.
L'anti-cattolicismo fu una realtà personalmente affrontata da Padre Michael J. McGivney. La Chiesa di Santa Maria, di cui era il parroco, non potette essere costruita nella zona verde di New Haven dove si trovavano la maggior parte delle chiese protestanti. Costruita su Hillhouse Avenue, la parrocchia di padre McGivney fu apertamente criticata dal New York Times come una macchia su un viale che sarebbe stato altrimenti esclusivamente aristocratico.
Tra le discriminazioni e le difficoltà quotidiane dei cattolici che spesso lavoravano in condizioni pericolose e inumane, padre McGivney vide la necessità di un'organizzazione che rafforzasse la fede dei suoi parrocchiani e proteggesse la stabilità finanziaria delle famiglie.
Padre McGivney morì trentottenne, 8 anni dopo la fondazione dei Cavalieri, come tanti altri giovani sacerdoti che contraevano malattie durante il loro instancabile lavoro, spesso in condizioni sanitarie insalubri, accanto agli ammalati.
Centinaia di persone in lutto si recarono al funerale, ispirati da un parroco senza pretese la cui visione aveva generato un movimento chiaramente in grado di esplodere nella sua crescita in tutto il paese.
Dal 1897 - meno di 10 anni dopo la morte del padre McGivney – l'Ordine era presente negli Stati Uniti, in Canada e si propagò rapidamente in Messico e nelle Filippine (1905), a Cuba e a Panama (1909).

Musei Capitolini
Musei Capitolini
Musei Capitolini
Musei Capitolini
Musei Capitolini
Musei Capitolini

Nello stesso tempo, i Cavalieri intrapresero nuove sfide criticando esplicitamente le politiche migratorie degli Stati Uniti che miravano a ridurre gli arrivi degli italiani e di altri europei meridionali (prevalentemente cattolici), vedendo in queste politiche un'evidente motivazione anti-cattolica. Fondato per proteggere ed aiutare i deboli e gli indifesi, lo spirito dell'Ordine è rimasto lo stesso per più di 125 anni, anche se ai giorni nostri, vi sono delle nuove realtà. di disagio e povertà.

Fondando i Cavalieri di Colombo

Negli anni in cui Padre McGivney era un sacerdote, New Haven era una città industriale con centinaia di fabbriche in attività. Come attestano i giornali del tempo, le fabbriche erano luoghi pericolosi che lasciarono molte famiglie immigrate inaspettatamente orfani di padre. All'epoca, le confraternite, erano abbastanza popolari, non solo per il loro cameratismo, ma anche perché spesso fornivano una rudimentale forma di assicurazione sulla vita, dando ai membri delle famiglie sostegno finanziario nel caso in cui il capofamiglia moriva o non fosse in grado di lavorare. La maggior parte di queste organizzazioni erano anche società segrete proibite ai cattolici e persino ostili alla Chiesa.

Nel 1882, padre McGivney, in una riunione con circa 60 uomini nel seminterrato della Chiesa di Santa Maria, fondò i Cavalieri di Colombo. Chiamando il primo "Council" "San Salvador, " dal nome della prima isola del Nuovo Mondo scoperta da Cristoforo Colombo. I Cavalieri presto si diffusero in altre città.

Quando padre McGivney morì pochi anni dopo, egli fu ricordato con affetto con una citazione del libro biblico della Sapienza: "creato perfetto per un tempo breve, egli ha colmato un lungo tempo..."